Siete il 7150° visitatore

>> Aggiungi ai Preferiti <<

Private Area

Il carnevale è una festa le cui origini sono antichissime, risalgono addirittura a 4000 anni fa.
A Venezia la prima testimonianza del “Carnevale” risale ad un documento del Doge del 1094 in cui la parola viene citata per la prima volta. Nel periodo che solitamente andava dal 26 dicembre al giorno delle Ceneri, i veneziani si riversavano a far festa per le strade indossando maschere e costumi. Capitava però molto spesso che i festeggiamenti cominciassero già il primo ottobre.
Etimologicamente la parola carnevale deriva dal latino ''carnem levare'', popolarmente tradotto ''carne-vale'' o ''carnasciale'', perché anticamente indicava il banchetto di abolizione della carne che si teneva subito prima del periodo di astinenza e digiuno della quaresima.
Il carnevale ha termine il martedì grasso, giorno prima del mercoledì delle Ceneri, ovvero 40 giorni prima di Pasqua, quando ha inizio la Quaresima.
Il carnevale rappresenta da sempre una festa del popolo.
A quel tempo era un clima di festa diffuso in cui popolari e nobili in maschera si mescolavano per calli e campielli, un momento in cui le distinzioni di ceto e di sesso cadevano. In questo clima la maschera rappresentava l'unica possibilità di distinguersi ancora di più o di essere considerati tutti uguali, in una società molto eterogenea e in cui esistevano forti barriere sociali.
La maschera consentiva una licenza di anonimato e in certi momenti storici veniva usata anche troppo intensamente. Tanto che mascherarsi era diventato uno status e il governo della Repubblica di Venezia fu costretto a decretare regole specifiche e divieti.
Il carnevale quindi, fenomeno culturale presente in molte società, acquistava a Venezia un significato particolare e diverso. Rappresentava qui la ''scusa'' per mascherarsi e poter partecipare al clima festoso e mondano della città.
Ecco perché a Venezia il carnevale è arrivato a durare anche parecchi mesi.
La vera maschera di Venezia è la bautta che poteva aggirarsi solo in questa città. Mentre altrove la maschera rappresentava un personaggio o uno stato d’animo, qui serviva solo a nascondere.
Una maschera progettata per questo scopo doveva essere inespressiva, anonima, funzionale.

La “bautta” è formata da un mantello (tabarro), una cappa di merletto ed un cappuccio di seta nera (zendale), sul capo un cappello a tre punte (tricorno) e sul viso una maschera bianca (detta “larva” nome riconducibile alla lingua latina con cui venivano indicati i fantasmi e le maschere spettrali) che garantiva l’incognito.
La maschera del “Dottore della peste” non è una maschera tradizionale del Carnevale, veniva utilizzata per difendersi dalla terribile pestilenza che colpì Venezia nel 1630. La indossavano i medici con mantello nero e guanti che ne riempivano il “becco” con spezie ed essenze medicamentose per neutralizzare i miasmi infettanti della peste. Successivamente questa maschera acquistò nel rituale del carnevale veneziano, un significato scaramantico ed esorcistico nei confronti di malattia contagiosa.
Il Carnevale ufficiale nella città lagunare terminò nel 1797, quando col trattato di Campoformio, Venezia fu ceduta all'Austria, che bandì molte usanze per paura di ribellioni della popolazione.
Sopravvissero soltanto le magnifiche feste private dentro i palazzi fino a metà ottocento e dopo l'unione di Venezia al Regno d'Italia, non se ne hanno più tracce storiche evidenti.
A partire dal 1979 alcune associazioni cittadine hanno ridato vita ad una tradizione ormai abbandonata e per la quale Venezia era al massimo anche se decadente splendore nel Settecento. Da allora è diventato il primo avvenimento turistico veneziano e migliaia e migliaia di persone di tutto il mondo si riversano in laguna per festeggiare in un modo unico al mondo il carnevale nei dieci giorni antecedenti il Mercoledì delle Ceneri.


Magie di Carnevale - Tutti i diritti riservati -        Magie di Carnevale - All rights reserved -

Home

Maschere
Bambole
TriAngel
Limited Edition
Costumi d'Epoca
Lavorazione Artigianale
- Lavorazione dei Costumi
- Lavorazione delle Maschere
Cenni Storici
- Storia del Carnevale
- Storia delle Maschere
Contatti
Guest Book
Links

ENG

ITA